Category: Campionati
Visite: 1394

Per le Tecnolaser Europa Blue Girls è subito sweep

Si apre nel migliore dei modi l’annata delle Tecnolaser Europa Blue Girls di Marina Centrone, che alla prima uscita ufficiale firmano un importante sweep sul diamante di Montegranaro.

L’opening day, si sa, è uno dei momenti più emozionanti della stagione: il ritorno in campo, il riaccendersi della competizione, la possibilità di testare la propria preparazione sia come singoli sia come gruppo. “Play-ball”, in quel giorno, sono due magiche parole che aprono il sipario e trasmettono un’emozione alla quale, anche dopo anni di carriera, nessun giocatore può essere indifferente.

Da due anni a questa parte l’opening day della massima serie racchiude tuttavia in sé un valore che va ben oltre il puro romanticismo: con la riforma della struttura del campionato varata l’anno scorso, ad aprire il calendario delle competizioni ufficiale è infatti la Coppa Italia, torneo strutturato su tre week-end che mette in palio, oltre al primo trofeo dell’anno, un posto in Europa (la squadra vincitrice della Coppa Italia acquisisce il diritto di partecipare alla Coppa delle Coppe n.d.a.).

La straordinaria prova delle Tecnolaser Europa Blue Girls contro le Guardolificio Diomedi Montegranaro assume pertanto un doppio segno positivo per la società del Presidente Landuzzi, che certo non nasconde l’ambizione di centrare la qualificazione alla Final Four di Coppa Italia per la prima volta nella propria storia.

Nonostante ogni tipo di pronostico sia al momento totalmente da escludere - quelle di sabato sono state le uniche disputate nell’ambito del girone di qualificazione, il quale coinvolge anche le campionesse d’Italia in carica del Forlì - si può tuttavia ben dire che le Tecnolaser Europa Blue Girls, firmando la doppietta, hanno centrato il primo obiettivo della stagione.

Ma non solo: al di là dei risultati finali, a determinare l’indiscutibile segno positivo del bilancio del week-end è stato certamente (per non dire soprattutto) l’ottima qualità di gioco messa in scena dalle Tecnolaser Europa Blue Girls, che raccolgono e onorano l’invito della propria manger a portare e tradurre in campo l’ottimo lavoro svolto nei mesi di preparazione.

La giornata si apre con la sfida tutta Italiana tra Alice Ronchetti (in batteria con Chiara Mengoli) e Luana Luconi, le quali dominano nettamente la prima età di gara, lasciando pochissimo spazio all’iniziativa dei rispettivi lineup avversari.

Per i primi tre inning il parziale resta quindi fisso sullo 0 a 0, senza particolari acuti da ambo le parti fatta eccezione per la nostra giovanissima Sara Casadio che impreziosisce il proprio debutto in massima serie firmando una doppia rubata back-to-back di seconda e terza base.

Le Tecnolaser Europa Blue Girls rompono infine (sonoramente!) gli indugi al quarto inning, con Priscilla Brandi che spedisce il lancio di Luconi ben oltre la recinzione e porta le bolognesi in vantaggio per 2-0.

Le padrone di casa non fanno tuttavia attendere la propria reazione, e al cambio di campo tentano immediatamente di ristabilire l’equilibrio: quattro ball fanno conquistare a Reeder la prima base, che avanza in seguito in seconda grazie al singolo di Tittarelli. Con i potenziali punti del pareggio in base e ancora zero eliminato, Centrone opta quindi per un cambio in pedana, chiamando in causa il neo-acquisto McKenna Bull, al suo esordio nel massimo campionato italiano.

La battuta in diamante di Pietroni permette a Trevisan di siglare la prima eliminazione in autonomia sul cuscino di terza; di seguito due strikeout chiudono la ripresa e costringono a un nulla di fatto l’attacco marchigiano

Dopo un ulteriore inning di stallo, alla sesta ripresa le Tecnolaser Europa Blue Girls trovano infine il guizzo decisivo per aggiudicarsi l’incontro: Giannini si porta in base, seguita dal capitano Trevisan, il cui bunt a sorpresa (eseguito sul lancio di Reeder, subentrata in pedana) induce la difesa a un errore che permette ai corridori si portarsi rispettivamente in terza e seconda base.

La base intenzionale a Brandi riempie quindi le basi, ma un lancio pazzo restaura rapidamente la situazione permettendo a Giannini di completare il giro delle basi.

La successiva battuta di Casella spinge a casa Trevisan per il 4-0, mentre le valide di Mengoli, Oliveti e Minardi competano l’opera e incrementano il vantaggio fino al (poi definitivo) 7-0.

Al sesto turno difensivo, l’intenzione delle bolognesi è infatti chiaramente quella di chiudere i giochi: il doppio coi cui Camer inaugura l’inning non pare infatti intimorire le Blue Girls, che con freddezza e determinazione serrano i ranghi e preservano il vantaggio che permette di terminare l’incontro con una ripresa di anticipo.

Da segnalare l’incredibile presa in tuffo di Giannini (schierata all’esterno centro) che chiude l’incontro e regala a Ronchetti la prima vittoria stagionale (per lei 4 riprese lanciate, 4 valide concesse, 3 basi ball e 5 strike out).

Dopo la canonica pausa (incrementata per quest’anno a 45’ n.d.a.) le formazione sono di nuovo in campo per una nuova entusiasmante sfida a stelle e strisce: entrambe le formazioni affidano infatti la pedana alla propria lanciatrice straniere, McKenna Bull e Kimberly Reeder.

L’entusiasmo per la vittoria in gara 1 gioca da subito a favore delle bolognesi, che al primo attacco si portano subito in vantaggio per 2-0 grazie a Mattioli (colpita al primo lancio, completa il giro delle basi grazie al lavoro delle compagne Giannini e Trevisan) e Brandi, che colpisce un profondo doppio e giunge a punto sulla valida di Monari.

Al cambio di campo, è la stessa Kimberly Reeder tuttavia a rimediare al proprio avvio incerto con un lunghissimo fuoricampo (2-1) il quale resterà tuttavia il solo acuto marchigiano dell’intero incontro. Tutti i reparti rosso-blu segnano infatti un significativo crescendo: McKenna Bull sale in cattedra e concede una sola altra valida (singolo, ancora di Reeder), sostenuta da una difesa perfetta e da un attacco assai determinato, capace di incrementare il vantaggio fino al 5-1.

Nella seconda metà di partita le due formazioni si rendono protagoniste di una appassionante sfida, quanto mai equilibrata, durante la quale ai tentativi di rimonta della quadra di casa le Tecnolaser Europa Blue Girls rispondono con incredibile solidità, realizzando importanti eliminazioni tra cui spicca il magistrale il doppio gioco prima-casa al sesto inning.

Anche per McKenna Bull giunge quindi la prima vittoria della stagione, impreziosita da 8 eliminazioni al piatto (per un totale di 11 nel week-end), sole due valide concesse e ben zero basi per ball. Doverosa menzione anche per Claudia Banchelli, alla quale Centrone affida, con successo, le ultime tre eliminazioni di gara 2.

Prossimo appuntamento per le Tecnolaser Europa Blue Girls, domenica prossima a Pianorello dalle h.11.00 per il doppio incontro con le campionesse in carica della Podere dal Nespoli Forlì. Vi aspettiamo!!