Category: Campionati
Visite: 55

Le Blue Girls chiudono la prima frazione di regular season con un pareggio

Temina in pareggio il doppio incontro tra Tecnolaser Europa Blue Girls e Montegranaro, ultimo appuntamento di questa prima fase di regular season: due testa a testa appassionanti, equilibrati, il cui esito viene determinato in entrambi i casi da piccoli - ma fondamentali - episodi.

Si chiude con una nota agrodolce la prima fase della Regular Season per le Tecnolaser Europa Blue Girls, che sul campo di Montegranaro ottengono un pareggio tanto positivo per la qualità del gioco espresso, quanto sfavorevole in ottica di classifica.

La giornata si apre con la sfida “incrociata” fra McKenna Bull (in batteria con Giulia Mattioli) e Luana Luconi, partente italiana della formazioni marchigiana sui cui lanci, in più occasioni, le bolognesi hanno faticato a prendere il giusto ritmo. In questa occasione l’attacco bolognese mostra da subito una maggiore confidenza, ma servirà comunque completare un intero giro di lineup prima di infliggere la prima stoccata che muove il risultato (un profondo triplo di Trevisan spinge a casa Giannini, in base su singolo).

La risposta delle padrone di casa non si fa tuttavia attendere, tanto che nella parte bassa della stessa ripresa il risultato viene ribaltato (2-1) consegnando la testa della gara alle marchigiane: il potenziale momento di difficoltà viene tuttavia magistralmente governato dalle Blue Girls, che dopo l’avvio impetuoso delle padrone di casa (tre valide back-to-back-to-back e una palla persa del ricevitore consentono le due segnature prima che venga realizzata alcuna eliminazione) trovano la giusta compattezza per accelerare sensibilmente la fine dell’inning, sventando la possibilità di un ulteriore incremento del passivo.

Un’ottima possibilità di riportare velocemente il punteggio parità si presenta già al quarto inning (Ferrari si porta a una sola lunghezza da casa base con un lungo triplo), ma è solo al quinto che il pareggio - e successivo sorpasso - si concretizzano: il primo punto (2-2) lo segna Trevisan (in base su singolo) sfruttando una palla non trattenuta dal ricevitore, ma anche le successive segnature portano la firma della difesa avversaria, a sua volta incappata in un serio momento di difficoltà. L’errore di tiro di Paulson costa infatti alle padrone di ben due punti, che scivolano nuovamente indietro nel punteggio (2-4).

Non è ancora tempo tuttavia per un verdetto definitivo, tanto che, ancora una volta, la parte bassa della ripresa viene sfruttata al meglio da Montegranaro per rispondere a tono alle proprie avversarie, mostrando chiaramente d’essere tutt’altro che disposte alla resa: altre tre valide (e un ulteriore errore della difesa bolognese) consentono infatti alle marchigiane di stabilire la parità (4-4).

In questo serrato giro di botta e risposta, le Tecnolaser Europa Blue Girls vogliono però l’ultima parola, e a piazzarla è, al successivo turno di attacco, Alisea Minardi, che con un doppio spinge a casa Trevisan per il (poi definitivo) 4-5.

Gli ultimi due turni offensivi del Montegranaro vengono in seguito perfettamente gestiti dalle rossoblu, con McKenna Bull che alza i toni e la difesa che si chiude a sventare ogni eventuale ulteriore pericolo di come back delle avversarie.

L’andamento serrato del primo incontro lascia subito presagire un simile copione per gara 2, e tali pronostici sono immediatamente confermati già dalle prime battute della seconda partita della giornata, la quale vede andare in scena la sfida - ancora incrociata, ma questa volta a parti invertite - tra Alice Ronchetti e Arianna Paulson.

Se in gara 1 entrambi i lineup avevano contribuito in maniera importante all’andamento dell’incontro (14 valide totali messe a segno, perfettamente divise tra le due squadre) questa volta a prendere la scena sono evidentemente i lanciatori, capaci entrambi di limitare fortemente i battitori avversari (in gara 2 saranno solo 5 le valide colpite, di cui soltanto una dalla Blue Girls).

L’esito della partita viene pertanto determinato da pochi, ben precisi episodi, al cui esito contribuisce nella maggior parte dei casi una qualche, seppur minima, imprecisione difensiva. Nell’ambito di così serrati testa e testa non è del resto raro che ad aggiudicarsi la vittoria sia la parte che meglio ha saputo mantenere la freddezza, e sotto questo aspetto gara 2 non fa affatto eccezione.

Il vantaggio conquistato dalle marchigiane al secondo inning (1-0) viene annullato al quarto dalle bolognesi, le quali tuttavia pagheranno al quinto inning un momento di incertezza difensiva con un ulteriore punto subito per il 2-1 su cui si chiuderà l’incontro.

E’ del resto più che mai evidente come in questo secondo incontro a pesare più gravemente sulla prestazione delle Blue Girls sia stata una troppo flebile (per non dire assente) incisività in fase offensiva: anche sfruttando alcuni errori della difesa avversaria, troppo rari sono stati gli arrivi in base, pregiudicando fortemente la possibilità di costruire un gioco. Tali considerazioni non obliterano tuttavia due prestazioni generalmente positive, ancora una volta impreziosite dall’inserimento tra le titolari di alcune giovanissime atlete.

Inizia ora la lunghissima pausa estiva, certamente spiacevole in termini di continuità di gioco, ma allo stesso tempo molto utile per proiettarsi al meglio all’intenso programma di gare previsto per settembre. Queste settimane saranno infatti fondamentali tanto per recuperare i numerosi infortunati, quanto per catalizzare l’inserimento delle più giovani, fondamentale supporto per l’intergirone.