Category: Campionati
Visite: 233

A Castelfranco le Tecnolaser Europa Blue Girls devono accontentarsi di un pareggio

E’ un pareggio dal retrogusto amaro quello ottenuto domenica dalle Tecnolaser Europa Blue Girls sul campo di Castelfranco Veneto: in gara 1 le rossoblu cedono infatti alla rimonta delle padrone di casa, che si aggiudicano l’incontro ai supplementari. In gara 2 a tenere banco è invece una meravigliosa sfida tra le lanciatrici straniere, al termine della quale, sostenuta da un lineup quanto mai determinato, Floyd si aggiudica la seconda vittoria dell’anno.

Termina ancora in pareggio il weekend delle Tecnolaser Europa Blue Girls, impegnate domenica scorsa sul campo delle Thunders di Castelfranco Veneto: dopo aver diviso la posta nell’opening day con le campionesse in carica del Bussolengo, le ragazze di Marina Centrone perdono di un soffio l’occasione di firmare il primo sweep dell’anno, incassando una a dir poco amara sconfitta nel primo incontro.

Le Tecnolaser Europa Blue Girls si trovano tuttavia a pagare una significativa carenza di cinismo - tanto in attacco quanto in difesa - che già da metà partita avrebbe permesso loro di chiudere definitivamente i conti.

Pur trovando pressoché immediatamente il vantaggio nel parziale, le rossoblu faticano a contenere le avversarie, lasciando troppi spiragli per quella rimonta che, alla fine, si concretizza.

Galeotto è il sesto inning, quando una base intenzionale e una valida (entrambe a basi piene) danno l’opportunità alle venete di colmare il gap nel parziale - già ridotto al quinto dal solo homer di Giacometti. Dopo aver chiuso l’ultimo inning regolare senza ulteriori segnature, le due squadre sono quindi chiamate a confrontarsi al tie-break: Trevisan con due out trova la valida che porta a casa Ferrari per il nuovo vantaggio bolognese, ma l’entusiasmo è destinato a svanire in fretta, poiché un errore della difesa bolognese sul bunt di Meneghetti permette alle Thunders di portare nuovamente il punteggio in parità e, con zero out, piazzare il  match-point in terza base. Una volata di sacrificio è quindi sufficiente per mettere la parola fine sull’incontro e rendere così il riscatto in gara 2 un obiettivo irrinunciabile.

Al ritorno in campo le Tecnolaser Europa Blue Girls mostrano infatti da subito la volontà di riscattarsi, serrando le fila - tanto in attacco quanto in difesa - e trascinando a proprio favore l’inerzia della gara sin dalle sue prime battute.

Da ambo i lati il ritmo della gara è scandito dalla pedana, con Floyd (in batteria con Mengoli) e Tarango che ingaggiano un avvincente testa-a-testa quanto mai equilibrato: al termine dell’incontro saranno infatti 5 le valide concesse da entrambi i pitcher, e altrettanto simmetrico sarà anche il contio degli strikeout (12 per Floyd, 11 per Tarango).

A fronte di un simile equilibrio tra le rispettive pedane, a segnare lo scarto - questa volta a favore delle Tecnolaser Europa Blue Girls - tra le due formazioni è tanto la continuità, nei momenti clou, in fase offensiva, quanto la capacità di limitare al massimo le sbavature in difesa. Il risultato finale (1-4) rispecchia infatti in maniera quasi perfetta lo score difensivo, con 4 errori imputati alle venete contro un perfetto 0 delle bolognesi. Per quanto il weekend si sia chiuso con un piccolo rimpianto per quello che forse si poteva fare di più, è altrettanto lecito affermare che il livello di gioco fin qui dimostrato dalle nostre ragazze merita un pieno segno positivo, merito certamente di un gruppo che, per quanto rinnovato, sta trovando velocemente il proprio assetto ottimale.

Il programma del prossimo weekend prevede l'esordio delle Tecnolaser Europa Blue Girls su proprio "vero" diamante di casa, Pianorello, contro il Collecchio. Playball ore 13.00.