Category: Campionati
Visite: 40

The Hard is What Makes It Great

Sedici giorni, dodici partite: il massimo campionato nazionale di softball nelle ultime due settimane ha decisamente alzato il ritmo per giungere letteralmente in un baleno al giro di boa. Nonostante alcuni imprevisti dovuti al meteo, che soprattutto nell’ultimo weekend ha scombinato non poco i programmi di pressoché tutte le formazioni, questo intensa frazione di regular season ha certamente contribuito a delineare in maniera piuttosto netta gli equilibri della classifica.

Il gruppo di testa - composto dalle campionesse in carica del Bussolengo, Forlì, Saronno e Bollate - si fa sempre più compatto, concedendo un po’ di spazio alla bagarre interna ma lasciando ben poche chance di ribalta di altre pretendenti alle fasi finali.

Non si può infatti negare che le nostre Tecnolaser Europa Blue Girls siano una tra le formazioni uscite peggio da questa ultima, intensa frazione di campionato: su dieci incontri disputati (le due gare con Caserta in programma domenica 5 non sono state disputate causa pioggia) ammontano soltanto a due quelli terminati con punteggio favorevole alle bolognesi, che subiscono tre pesanti doppi passivi consecutivi (Bollate, Forlì e Saronno) prima di tornare alla vittoria prima con Parma poi con Caronno - sebbene con entrambe il bottino finale non vada oltre il pareggio.

Va certo detto che talvolta il risultato negativo sia stato ottenuto a fronte di prestazioni tutt’altro che  insoddisfacenti - esemplare il secondo incontro con Saronno, avvincente testa e testa che le lombarde si sono aggiudicate con il minimo scarto - e a questo va sicuramente aggiunta anche la pesante assenza del capitano Trevisan - fermata da un infortunio - per pressoché l’intero periodo.

Impossibile altresì non rilevare un certo calo nel tenore di gioco - soprattutto offensivo - delle bolognesi, che dopo il brillante avvio di stagione hanno fatto registrare una potente frenata in termini di produttività nel box di battuta: non possono infatti passare inosservati i soli due punti segnati nei primi sei incontri con le potenziali - di allora - dirette concorrenti ai playoff (Bollate, Forlì, Saronno) a fronte di ben 64 strikeout subiti.

Nonostante, come forse anche troppo spesso si dice, “non è finita finché non è finita”, sarebbe quanto meno ingenuo negare come le possibilità per le Tecnolaser Europa Blue Girls di proiettarsi alla post season si siano in queste ultime settimane decisamente ridimensionate: giunto alle metà esatta della stagione, al gruppo si presenta con urgenza la necessità di ritrovarsi, serrare nuovamente i ranghi e confezionare un girone di ritorno che possa rendere giustizia alle proprie reali potenzialità.

La prima tappa di questo cammino sarà forse una delle più complesse e passerà da Bussolengo, attuale capolista con due sole sconfitte subite - una incassata proprio a Bologna nel primo week-end di apertura della stagione - ma se è vero che the hard is what it makes it great proprio il prossimo weekend potrebbe essere il primo capitolo di una nuova, avvincente avventura da vivere insieme alle nostre ragazze.